3 consigli per una corretta cura del tappeto

 

I tappeti aggiungono intimità e un'atmosfera calda e accogliente alle nostre case. Per garantire che ciò avvenga e che il nostro pezzo preferito mantenga la sua lucentezza a lungo termine e anche per evitare che polvere e batteri si depositino nelle fibre del tappeto, è consigliabile prendersi cura regolarmente del tappeto che lusinga il pavimento. In questo articolo del blog abbiamo messo insieme i 3 consigli più importanti per la cura dei tappeti.

 

1. Pulisci regolarmente i tappeti con l'aspirapolvere

L'aspirazione regolare è la cosa più importante quando si tratta di mantenere i nostri tappeti belli a lungo. L'aspirazione impedisce a polvere, peli di animali domestici, batteri e particelle di sporco superficiale di rimanere incastrati nelle fibre del tappeto. Per non sollecitare troppo le fibre del tappeto, si consiglia di utilizzare un apposito attacco per tappeti sull'aspirapolvere. Non importa in che direzione fai schifo. Unica eccezione i tappeti in seta. A causa della loro sensibilità, questi non dovrebbero essere aspirati affatto. Con i tappeti in seta, invece, è meglio utilizzare una spazzola morbida con la quale rimuovere lo sporco superficiale dal tappeto nel senso della grana.

 

2. Battere e arieggiare i tappeti

L'aspirapolvere a volte rimuove solo lo sporco superficiale, quindi dovresti anche scuotere il tappeto a intervalli regolari. È meglio farlo fuori sul balcone o in giardino. In alternativa, ovviamente, il davanzale. È importante picchiettare solo sul retro del tappeto. Toccando la parte anteriore si spingerà solo lo sporco più in profondità nelle fibre. Pertanto, per il lato anteriore è sufficiente una semplice spazzolatura.

Sganciare e sbattere regolarmente il tappeto ha anche il vantaggio che in seguito avrà nuovamente un odore fresco.

 

3. Tratta le macchie della moquette in modo efficace ma rapido!!

I tuoi figli si scatenavano o tu hai invitato gli amici a cena e all'improvviso è successo e hai una macchia sgradevole sul tuo tappeto preferito Ora è importante agire in fretta. In linea di principio, le macchie possono essere pulite con uno smacchiatore adatto o uno shampoo per tappeti se si tratta di un prodotto adatto alle fibre del tappeto in questione. I tappeti in fibre animali come la lana non tollerano gli alcali (liscivia), mentre le fibre vegetali come il cotone, la juta o il sisal sono allergiche agli agenti acidi forti. La seta o la viscosa sono particolarmente sensibili. In questo caso, si consiglia di consultare direttamente uno specialista. I tappeti in fibra sintetica sono particolarmente robusti, semplicemente non amano il calore o grandi quantità di acqua. Qui di solito puoi ricorrere a un battitappeto convenzionale..

Un rimedio casalingo provato e testato se non hai un battitappeto a portata di mano è l'acqua minerale, ad esempio. L'acido carbonico scioglie la macchia, che può poi essere tamponata o, meglio ancora, attorcigliata.n.

Il bicarbonato di sodio può anche essere un rimedio utile per la maggior parte delle macchie. Metti un po' di lievito sulla macchia, lascia agire e poi rimuovilo con l'aspirapolvere.

Per le macchie più ostinate abbiamo in questo articolo del blogi migliori consigli e trucchi contro le macchie della moquette compilato.

TORNA IN CIMA